6 Febbraio 2005

Da Roma a Venezia senza poter usare la toilette

Da Roma a Venezia senza poter usare la toilette

Venezia. Carlo Rienzi, presidente di Codacons, per venire a Venezia per la manifestazione “anti-53“ ha preso il treno da Roma. Ed ha scoperto che sull`Eurostar Roma-Venezia delle ore 6.55 di ieri era impossibile usare la toilette sul treno, «poiché ben l`80\% dei bagni risultava fuori servizio».

Giunto a Santa Lucia, Rienzi, che possiamo immaginare con l`impellenza improcrastinabile del bisognino fisiologico, ha scoperto che «per poter usufruire dei servizi igienici occorre sborsare 0,70 euro!». Non piccola cifra se si pensa che equivale a 1500 delle vecchie lire. «A questo punto ci si domanda – afferma Rienzi – se chi non ha i soldi debba farsi la pipì addosso, dal momento che sul treno i bagni sono inagibili e alla stazione sono a pagamento». Ma le sue scoperte non finiscono qui: «Alla stazione di Venezia, su 11 biglietterie, solo 4 funzionavano. È una vera vergogna soprattutto se si considera che in questo periodo Venezia è preso d`assalto dai turisti per il Carnevale. Gli utenti pagano un salato biglietto e non possono ricevere in cambio un servizio così pessimo. Chiediamo quindi all`Assessore ai Trasporti della Regione Veneto di elevare una multa di almeno 1 milione di euro a Trenitalia, e accertare la situazione onde evitare questi disservizi».

In serata, Rienzi è fortunatamente rientrato a Roma. Altrimenti, tra prezzi di bar e ristoranti, biglietti a spettacoli e musei, tariffe di taxi e gondolieri, chissà cos`altro gli sarebbe toccato di scoprire.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox