28 Settembre 2018

Da ottobre maxi stangata per luce e gas. Da gennaio aumenti di oltre il 10%: spesa maggiorata di 109 euro l’ anno

(ANSA) – ROMA, 27 SET – Nuovo forte aumento delle tariffe per l’ elettricità e il gas . Dal primo ottobre, secondo quanto ha stabilito l’ Arera (Autorità per l’ energia), la luce costerà il 7,6% in più (pari a 32 euro in più nell’ anno ‘scorrevole’ 2018), mentre il metano salirà del 6,1% (+61 euro). A pesare sono in particolare l’ aumento delle materie prime energetiche, la crescita del prezzo dei permessi di emissione di Co2 e lo stop dei reattori nucleari in Francia. A luglio erano scattati gli aumenti del 6,5% per la luce e dell’ 8,2% per il gas. ” Per far fronte ai forti aumenti dei prezzi delle materie prime energetiche e delle quotazioni all’ ingrosso dell’ energia elettrica e del gas che hanno raggiunto in Italia e in Europa livelli record” , per la luce Arera ha deciso di rinnovare il blocco degli oneri generali di sistema: con questa manovra l’ Arera “utilizza nella misura massima possibile la sua azione di ‘scudo'” ottenendo “il contenimento della spesa” per circa 1 miliardo. Per una famiglia tipo le nuove tariffe stabilite dall’ Arera per luce e gas significano “pagare, su base annua (non, quindi, secondo l’ anno scorrevole, ma dal 1° ottobre 2018 al 1° ottobre 2019), 42 euro per la luce e 67 euro per il gas . Una maggior spesa complessiva pari a 109 euro” . E’ quanto afferma l’ Unione nazionale consumatori in una nota. L’ Unc parla di “stangata”, che arriva “nonostante l’ Authority, opportunamente, abbia rinnovato l’ intervento di scudo, già attuato nel trimestre precedente: si tratta di rialzi da record che avranno effetti pesanti sulle famiglie in difficoltà”. Dal prossimo 1 ottobre sulle tasche dei consumatori italiani si abbatterà una ” maxi-stangata causata dai rincari delle bollette energetiche” . Lo afferma il Codacons , commentando l’ aggiornamento delle tariffe deciso oggi dall’ Autorità per l’ Energia. “Nel 2018 – si legge in una nota – le famiglie hanno subito un abnorme aumento delle bollette, al punto che da inizio anno le tariffe del gas sono rincarate complessivamente del +13,6%, quelle della luce del +11,4%. Incrementi che incidono sui bilanci familiari, specie per i nuclei più numerosi e quelli a reddito medio-basso, e che non appaiono giustificati da un reale rialzo dei costi della materia prima”. Il Codacons annuncia che acquisirà “tutta la documentazione che ha portato l’ Autorità a varare i maxi aumenti odierni e, se ancora una volta ci troveremo in presenza di rincari causati da speculazioni sul mercato all’ ingrosso, presenteremo ricorso al Tar per bloccare qualsiasi incremento delle tariffe determinato da pratiche illecite”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox