2 Novembre 2011

Da ieri nuovi sconti e ulteriori aumenti  

Da ieri nuovi sconti e ulteriori aumenti
 

UDINE Da ieri è entro in vigore, in Friuli Venezia Giulia, il nuovo regime di contributi per il carburante. Dopo lo «stop" imposto dall’ Unione europea, la vecchia norma in vigore dal 1997, è sostituita dalla nuova legge Asquini-Narduzzi. In pratica, sono sparite le cinque fasce territoriali all’ interno delle quali erano applicati i vecchi sconti e al loro posto sono state introdotte due aree di contributo: una base e una a contributo maggiorato che interessa oltre metà della popolazione (648.780 cittadini residenti) e 140 Comuni del Friuli Venezia Giulia in cui, da ieri, lo sconto sarà di 21 centesimi il litro per la benzina e 14 per il gasolio. Per i residenti in tutti gli altri Comuni della regione, lo sconto sarà, invece, di 14 cent per la benzina e 9 per il gasolio. Ma non è tutto: accanto al contributo, a dar man forte al cittadino, arrivano novità sul fronte tecnologico con le applicazioni per smartphone. La Regione ha dato incarico ad Insiel di predisporre un’ applicazione in grado di segnalare all’ automobilista il miglior prezzo nell’ arco di venti chilometri, oltre ai migliori prezzi in assoluto su tutto il territorio regionale. L’ applicazione sarà pronta a giorni e sarà gratuita. Sempre ieri, però, è aumentata l’ aliquota d’ accisa sui carburanti per finanziare gli interventi di emergenza a seguito delle alluvioni in Liguria e Toscana. Da ieri mattina, quindi, gli automobilisti si sono ritrovati con i «prezzi di benzina e gasolio più alti», commenta il Codacons in una nota. Per il presidente dell’ associazione a tutela del consumatore, Carlo Rienzi, il rialzo dell’ accisa «sulla carta è a tempo determinato», la scadenza è prevista per fine anno, «ma nella realtà resterà per sempre a carico degli automobilisti». A riguardo Rienzi aggiunge: «Basti vedere l’ infinità d’ imposte che gravano su ogni litro di carburante, risalenti addirittura alla guerra di Abissinia». Il presidente del Codacons precisa: «Siamo solidali con le popolazioni colpite dal maltempo ma – sottolinea – riteniamo che un rincaro dei prezzi di benzina e gasolio graverà ancora una volta in eterno sulle spalle dei cittadini, perchè l’ esperienza insegna che provvedimenti di tale portata non sono mai a tempo determinato». ©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox