27 Dicembre 2019

Da gennaio giù del 5,4% le bollette elettriche, più caro il gas

“Il forte calo del fabbisogno per gli oneri generali, il contenimento delle tariffe regolate di rete e le basse quotazioni delle materie prime nei mercati all’ ingrosso portano”, annuncia l’ Autorità per l’ Energia, per il primo trimestre 2020 “ad una riduzione del -5,4% per l’ elettricità e ad un leggero aggiustamento per il gas, +0,8% per la ‘famiglia tipo in tutela'”. Nei 12 mesi da aprile 2019 a marzo 2020 “il risparmio complessivo per la famiglia tipo per elettricità e gas è di circa 125 euro”. “Nel primo trimestre 2020 bollette dell’ energia elettrica in deciso ribasso e sostanziale stabilità per quelle del gas”, sintetizza l’ Arera. Che calcola l’ effetto per la ‘famiglia tipo’, al lordo delle tasse, indicando che “per l’ elettricità la spesa nell’ anno scorrevole (compreso tra il primo aprile 2019 e il 31 marzo 2020) sarà di 544,2 euro, con una variazione del -2,9% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’ anno precedente (1° aprile 2018 – 31 marzo 2019), corrispondente a un risparmio di circa 16 euro/anno. Nello stesso periodo, la spesa per la bolletta gas sarà di circa 1.040 euro, con una variazione del -9,5% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’ anno precedente, corrispondente ad un risparmio di circa 109 euro/anno. Rispetto all’ anno scorrevole, quindi, il risparmio complessivo per la famiglia tipo per elettricità e gas è di circa 125 euro/anno”. “I dati odierni – commenta il presidente di Arera, Stefano Besseghini – confermano la correttezza delle scelte operate in passato. L’ approccio progressivo di riforma ha permesso di evitare ripercussioni sui consumatori, pur nella invariata difficoltà di dover gestire una importante componente para fiscale nella composizione della tariffa”. Per il Codacons è un “bene” la diminuzione delle tariffe per l’ elettricità, “ma l’ incremento del +0,8% per il gas avrà impatti sulle tasche delle famiglie, considerando che il rialzo avviene nel periodo in cui sono maggiori i consumi”. Lo afferma l’ associazione in una nota, commentando l’ aggiornamento trimestrale delle tariffe deciso oggi da Arera. “L’ aumento del gas che scatterà dal 1 gennaio fa seguito al rincaro del +3,9% registrato nello scorso trimestre, e aggraverà la spesa delle famiglie considerando i maggiori consumi legati ai riscaldamenti delle case”, spiega il presidente del Codacons, Carlo Rienzi. “Rimane inoltre irrisolta la questione dell’ eccessiva tassazione sull’ energia: a partire dal prossimo anno su ogni bolletta del gas gli italiani pagheranno il 42,66% di imposte e oneri vari (34,4% per la luce), una tassazione che non ha eguali in Europa, a dimostrazione che non è stato fatto abbastanza per alleggerire la pressione fiscale sull’ energia, che rappresenta un bene primario e irrinunciabile”, conclude Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox