27 Marzo 2019

Da aprile bollette meno care: il gas giù del 9,9%, l’ elettricità dell’ 8,5%

 

Cali vicini alle due cifre, dall’ 1 aprile, per le bollette di luce e gas ma per i consumatori non è abbastanza. È la novità comunicata oggi dall’ Autorità per l’ Energia (Arera) che periodicamente fa sapere l’ andamento dei prezzi per le utenze delle famiglie. Oggi è arrivato l’ annuncio di un risparmio per le famiglie dell’ 8,5% sull’ elettricità e del 9,9% sulla bolletta del gas. «Le riduzioni sono prevalentemente legate alla contrazione dei prezzi delle materie prime nei mercati all’ ingrosso dell’ energia, nazionali e internazionali » spiega il comunicato Arera. Il ribasso è misurato sulla famiglia tipo, con consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’ anno e una potenza impegnata di 3 kW e consumi di gas di 1.400 metri cubi annui. Per quanto riguarda l’ energia elettrica l’ aggiornamento, che è valido dal prossimo 1° aprile, «è guidato da un deciso calo della componente a copertura dei costi per l’ approvvigionamento dell’ elettricità (-12,22%), parzialmente ridotto da un adeguamento degli oneri generali (3,72%)» fa sapere l’ auority. Vuol dire che il calo sarebbe anche più ampio se non ci fosse stato un rialzo degli oneri generali. La notizia arriva dopo i picchi raggiunti nel 2018 sulle bollette. Per le associazioni di consumatori, i ribassi sono troppo ridotti. Per il Codacons, il calo delle tariffe per luce e gas deciso da Arera è insufficiente e non basta e recuperare gli abnormi incrementi delle bollette subiti nell’ ultimo anno dalle famiglie italiane. «Solo nel corso del 2018 le tariffe della luce hanno registrato un incremento del +11,12%, mentre il gas è aumentato del +16% tra il 2018 e il primo trimestre del 2019 – spiega il presidente Carlo Rienzi – Un rincaro che ha determinato un “massacro” per le tasche delle famiglie con una maxi-stangata complessiva pari a 1,32 miliardi di euro solo nel 2018 e una maggiore spesa da +93 euro a famiglia». «Per tale motivo le riduzioni delle tariffe luce e gas decise oggi da Arera rappresentano solo un primo passo per riportare equità nel settore dell’ energia, che tuttavia ancora non basta a recuperare gli abnormi incrementi tariffari subiti dai consumatori» dice Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox