25 Gennaio 2013

Cstp, il Codacons chiede i danni

Cstp, il Codacons chiede i danni

Cstp, Regione Campania, Provincia e Comune di Salerno saranno giudicati dal Tar per il “comportamento omissivo assunto nella gestione del servizio pubblico di trasporto su gomma nel territorio della città e dell’ intera provincia di Salerno, che ha generato la parziale sospensione del servizio pubblico di trasporto”. Lo ha annunciato ieri pomeriggio il Codacons che ha fatto ricorso al tribunale amministrativo chiedendo i danni – si legge nella nota- “sia per coloro che erano forniti di abbonamento che per coloro che utilizzavano i mezzi per i normali spostamenti con il classico biglietto”. «Sono tante le persone che hanno chiesto l’ intervento del Codacons – ha spiegato il professor Enrico Marchetti, presidente regionale – tutte esacerbate dalle lunghe attese alle fermate o addirittura costrette a percorrere chilometri a piedi, come gli abitanti delle frazioni. È stato uno spettacolo indegno». Per l’ associazione, la gestione del trasporto pubblico ha leso i diritti dei cittadini, da qui la richiesta di un risarcimento quantificato in mille euro a persona. Per il Codacons a pagare dovranno essere istituzioni e azienda. Ma il Cstp non ci sta e annuncia che si stanno valutando delle contromisure. «È un atto di sciacallaggio e speculazione – ha commentato il presidente del Cdl, Mario Santocchio- non ha senso chiedere danni a un’ azienda che ha vissuto e vive, si spera ancora per poco, momenti di difficoltà. Le ragioni dell’ interruzione parziale del servizio in particolari momenti sono oggettive. Non c’ è mai stata intenzione di danneggiare nessuno».(c.i.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox