29 Maggio 2012

CSM: IL CODACONS PROMUOVE L’IPOTESI DI RIFORMA AVANZATA DA CATRICALA’

    CSM: IL CODACONS PROMUOVE L’IPOTESI DI RIFORMA AVANZATA DA CATRICALA’

    BASTA CON LE GIURISDIZIONI “DOMESTICHE” PER MAGISTRATI, AVVOCATI E MEDICI

    DI TUTTI GLI ESPOSTI PRESENTATI CONTRO I PROFESSIONISTI, SOLO IL 2% SI CONCLUDE CON UN PROVVEDIMENTO PUNITIVO

    Il Codacons appoggia in pieno la proposta di riforma del Csm avanzata dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Antonio Catricalà, che ha scatenato un putiferio all’interno del Governo.
    “E’ ora di dire basta alle giurisdizioni “domestiche” per magistrati, avvocati, medici e professionisti – afferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi – E’ risaputo che cane non mangia cane, e non a caso di tutti gli esposti che vengono presentati contro i professionisti, appena il 2% si conclude con un provvedimento punitivo da parte degli organi chiamati a giudicare il comportamento dei propri colleghi. Per questo i cittadini chiedono una riforma che possa garantire loro maggiore tutela, riforma che ancora una volta le lobby dei magistrati e delle professioni hanno saputo bloccare sul nascere, portando il Governo a bocciare l’ottima proposta di Catricalà – conclude Rienzi.

     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox