11 Ottobre 2018

CROLLO PONTE: FEDERBETON, STRUTTURA PUO’ ESSERE RIPRISTINATA

     

    CODACONS: ANCHE INDUSTRIA DEL CEMENTO RICONOSCE VALIDITA’ DEL NOSTRO PROGETTO. ATTENDIAMO ORA RISPOSTE DA BUCCI

    Anche l’industria del cemento riconosce la validità del progetto presentato dal Codacons per ricostruire il Ponte Morandi senza abbattere ciò che resta della struttura. Lo afferma l’associazione dei consumatori, parte offesa nell’inchiesta a Genova, commentando la proposta lanciata oggi da Federbeton (aderente a Confindustria) federazione che rappresenta la filiera del cemento e del calcestruzzo e che ha chiesto oggi di ripristinare il ponte costruendo ex novo solo quanto necessario, utilizzando la parte residua del viadotto.
    “La proposta di Federbeton ricalca esattamente il progetto presentato nei giorni scorsi dal Codacons ed inviato al Commissario per la ricostruzione, Marco Bucci – spiega il presidente Carlo Rienzi – Anche il mondo dell’industria inizia ad abbracciare la nostra tesi secondo cui ricostruire solo la parte di ponte crollata, utilizzando e adeguando quanto del viadotto è rimasto intatto, consentirebbe di ottenere un nuovo ponte sicuro, in tempi celeri e con costi estremamente contenuti per la collettività. In tal senso attendiamo risposte dal Commissario Bucci, cui è stata inviata una prima bozza del progetto Codacons” – conclude Rienzi.

     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox