11 Agosto 2011

CRISI: TREMONTI, SU PAREGGIO MEGLIO PASSAGGIO FORTE IN CARTA

    CODACONS: SIAMO ALLE COMICHE FINALI

    SPECCHIETTO PER LE ALLODOLE PER NASCONDERE L’INCAPACITA’ DI TAGLIARE I COSTI DELLA POLITICA

     
    Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, nel corso dell’audizione in Parlamento, ha spiegato che la scelta di inserire il pareggio di bilancio in Costituzione è epocale e che "non puoi spendere più di quello che prendi".
    Per il Codacons siamo alle comiche finali. Non solo la modifica dell’art. 81 della Costituzione è una proposta irrealizzabile, per via dei tempi tecnici necessari alle modifiche della Carta fondamentale, e demagogica, ma si tratterebbe di una modifica addirittura controproducente, visto che, come sanno tutti quelli che hanno studiato Economia politica 1 all’università, salvo evidentemente il ministro Tremonti, in epoche di crisi come quella appena trascorsa o come quella del ’29 occorrono politiche keynesiane, espansive dal lato della domanda, per rilanciare l’economia. Non a caso tutti i paesi del mondo, anche i più virtuosi, ci sono i titoli di Stato. Il problema italiano è che anche nei periodi di vacche grasse, quando sarebbe stato necessario rientrare dal debito, c’era il ciclo elettorale della spesa pubblica. Torniamo, quindi, al problema dei problemi: l’irresponsabilità della classe politica.
    Insomma la modifica della Costituzione è uno specchietto per le allodole che serve a nascondere l’incapacità di questo Governo di risanare i conti senza far pagare sempre i soliti noti, ma ad esempio tagliando gli sprechi della politica.
    Per questo il Codacons avanza delle proposte vere: eliminazione delle Province, abolizione delle
    agenzie e ritorno ai Ministeri, abolizione delle Spa pubbliche e ricostituzione delle
    aziende di Stato, abolizione di tutte le società miste costituite da Comuni, Province e Regioni o almeno tetto dello stipendio di 50.000 euro lordi per tutti i dirigenti pubblici, i consiglieri di amministrazione delle società miste, i revisori dei conti ed i politici in genere.
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox