11 Giugno 2013

CRISI: SFRATTATO SUICIDA, ESPOSTO CODACONS IN PROCURA

CRISI: SFRATTATO SUICIDA, ESPOSTO CODACONS IN PROCURA

(AGI) – Roma, 11 giu. – La tragedia avvenuta a Cairo Montenotte, dove un disoccupato di 32 anni si e’ ucciso gettandosi dalla finestra di casa dopo avere ricevuto l’avviso di sfratto esecutivo, “e’ l’ennesimo dramma causato dal grave stato di difficolta’ economica in cui versano le famiglie”. Lo afferma il Codacons, che sta preparando un esposto alla Procura della Repubblica di Savona alla luce dell’ipotesi di istigazione al suicidio: “Vogliamo sapere se in questa tragedia vi siano responsabilita’ di altri soggetti, pubblici o privati”, scrive l’associazione in una nota.  “L’art. 580 del codice penale, infatti, configura il reato non solo quando si ‘determina altri al suicidio’ ma anche quando si ‘rafforza l’altrui proposito di suicidio’ – si legge nella nota -chiederemo quindi alla Procura di accertare se vi siano stati comportamenti da parte di soggetti terzi tali da aver rafforzato il proposito di suicidio nell’uomo, o se vi siano state richieste d’aiuto da parte della famiglia che le istituzioni non hanno accolto”. Di fronte all'”emergenza suicidi” che si sta scatenando in Italia, il Codacons chiede al Governo Letta di “emanare un decreto urgente che blocchi tutti gli sfratti sulle prime case”. Sempre piu’ famiglie, spiega ancora l’associazione “a causa della crisi economica non riescono a far fronte al pagamento di mutui e affitti, e il rischio di perdere la propria abitazione sta determinando una pericolosa ondata di suicidi e gesti estremi da parte dei cittadini”. (AGI) Red/Gav

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox