13 Dicembre 2012

CRISI: MIGLIAIA DI ANZIANI, DISABILI E MALATI A RISCHIO SFRATTO

     

    CRISI: MIGLIAIA DI ANZIANI, DISABILI E MALATI A RISCHIO SFRATTO IL PROSSIMO 31 DICEMBRE SCADE LA PROROGA ALL’ESECUZIONE DEGLI SFRATTI. IL CODACONS RIVOLGE UN APPELLO AI SENATORI TANCREDI E LEGNINI, RELATORI ALLA LEGGE DI STABILITA’

     

    SI RISCHIA A PARTIRE DALL’1 GENNAIO 2013 DRAMMA SOCIALE COME LA GRECIA

    A partire dall’1 gennaio 2013 migliaia di anziani, disabili, e malati anche gravi rischiano di perdere la propria abitazione e ritrovarsi sotto un ponte. La denuncia arriva oggi dal Codacons, che ricorda come il prossimo 31 dicembre scadrà la proroga di un anno all’esecuzione degli sfratti.
    Il Decreto Legge 29 dicembre 2011, n.216, recante “Proroga di termini previsti da disposizioni legislative”, all’art. 29 ha introdotto la proroga, fino al 31 dicembre del 2012, dell’esecuzione degli sfratti riguardanti particolari categorie sociali disagiate residenti nei Comuni capoluogo di Provincia, nei Comuni con essi confinanti con popolazione superiore a 10mila abitanti e nei Comuni ad alta tensione abitativa – spiega il Codacons – Tale termine non è stato prorogato, con la conseguenza che dal prossimo 1 gennaio diverranno esecutivi gli sfratti a danno di migliaia e migliaia di utenti.
    “La crisi economica in corso ha portato ad un incremento dei casi di morosità, al punto che le famiglie non riescono più a pagare gli affitti perché non hanno i soldi per farlo – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Dal 2006 ad oggi gli sfratti per  morosità sono aumentati del 64%, e per i prossimi 3 anni sono previsti 250.000 nuovi sfratti. Una vera e propria emergenza sociale, che determina tra l’altro la violazione dei principi costituzionali laddove il nostro Stato riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale e rimuove gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana”.
    Il Codacons ha inviato oggi un accorato appello ai Senatori Giovanni Legnini (PD) e Paolo Tancredi (PDL), relatori alla Legge di Stabilità che verrà discussa in aula il prossimo 17 dicembre, in cui si chiede di inserire nel provvedimento in discussione la proroga di un anno degli sfratti a beneficio delle seguenti categorie di soggetti:

     a) anziani ultrasessantacinquenni ;

    b) portatori di handicap gravi o minori;

    c) malati gravi o terminali;

    d) soggetti che non dispongono di altra abitazione adeguata al nucleo familiare nella regione di residenza;

     
    al ricorrere delle seguenti condizioni:

     
    e) assenza di morosità;

    f) reddito annuale complessivo familiare inferiore a 27.000 euro.

     
    “Se non ci sarà una proroga dei termini e considerata la situazione economica estremamente negativa in cui versa il nostro paese, si verificherà un vero e proprio dramma sociale al pari di quanto sta avvenendo in Grecia” – conclude Rienzi.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox