16 Gennaio 2013

Crisi, mercato dell’ auto in Europa in caduta, il maggior calo dal 1993

Crisi, mercato dell’ auto in Europa in caduta, il maggior calo dal 1993

(Sesto Potere) – Roma – 16 gennaio 2013 -Secondo i dati resi noti oggi, le nuove immatricolazioni in Europa nel 2012 hanno toccato il livello più basso da 1995, con 12.053.904 auto. La discesa nell’ Europa a 27 paesi è stata pari all’ 8,2%, il maggior calo dal 1993. Per il Codacons il fatto che ci sia un crollo in tutta l’ Europa dimostra che le politiche eccessivamente restrittive decise con il fiscal compact hanno riprecipitato tutto il vecchio continente nella crisi dalla quale nel 2010 si stava cercando faticosamente di uscire. L’ obbligo per l’ Italia di azzerare il deficit entro il 2013 e le tasse che ne sono conseguite sono poi la ragione del perché in Italia si è avuto la flessione più alta d’ Europa, con un crollo del 19% nel 2012. Insomma le vendite nel settore automobilistico sono speculari con l’ andamento generale dell’ economia e stanno crollando per l’ eccessiva tassazione del ceto medio, oggi ridotto sul lastrico. A franare, infatti, è anche il mercato dell’ usato. Ad incidere su questa caduta, però, oltre alla tassazione generale, sono anche i costi ormai insostenibili che servono per l’ uso e la manutenzione dell’ auto: benzina, assicurazione, bollo … Secondo i calcoli del Codacons una famiglia media italiana spende in un anno 4010 euro per l’ auto, considerando anche pedaggi, posteggi, multe, affitto garage, gommista, meccanico, lavaggio e revisione. Anche per ridurre questi costi esorbitanti, il Codacons ha deciso di aprire uno sportello auto, per dare consulenze ai consumatori su come risparmiare: come abbassare i consumi di carburante, come scegliere l’ assicurazione meno cara…

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox