15 Giugno 2012

CRISI: IN ITALIA I SUICIDI NON AUMENTANO, ANZI STANNO DIMINUENDO

    CRISI: IN ITALIA I SUICIDI NON AUMENTANO, ANZI STANNO DIMINUENDO

    MA LA MOTIVAZIONE ECONOMICA DIVENTA LA PRIMA CAUSA DI SUICIDIO IN ITALIA

    L’ondata di suicidi legata alla crisi economica sembra essere più un fenomeno mediatico che una realtà. Lo afferma il Codacons, che nel corso di un convegno ha illustrato i dati elaborati da psichiatri, giornalisti ed esperti economici (tra i relatori lo psichiatra forense Marco Cannavicci, il giornalista Agi Paolo Giorgi e il Presidente Comitas Francesco Tamburella)
    Da gennaio a maggio 2012 – spiega l’associazione – si sono registrati in Italia 38 suicidi da parte di imprenditori. Nel 2009 gli imprenditori che si sono tolti la vita sono stati 151, 144 nel 2010 e 136 nel 2011. Nell’anno in corso, quindi, non si è verificata alcuna impennata del fenomeno; al contrario la tendenza è quella ad un sensibile calo.
    Tuttavia il dato davvero importante è quello che vede un cambio nelle motivazioni che inducono un soggetto a gesti estremi: come ha evidenziato il Presidente di Comitas (Comitato per le piccole e medie imprese) Francesco Tamburella, nell’86% dei casi il suicidio ha tra i fattori scatenanti motivazioni di tipo economico, che portano poi a depressione o malattie mentali. Di questi: il 27% si suicida per la difficoltà di acquistare casa o il rischio di perdere la casa; il 21% per i ritardi dei pagamenti, soprattutto della pubblica Amministrazione; il 16% per le restrizioni del credito.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox