25 Novembre 2017

Crisi idrica, Abramo: ‘Servono risposte da Regione e Sorical’

Dichiarazione del sindaco di Catanzaro Sergio Abramo. “La crisi idrica che sta investendo quasi tutte le città calabresi ha bisogno di risposte immediate. Oggi è Catanzaro a soffrire, ma Reggio Calabria, Cosenza, Rende e tanti altri Comuni calabresi stanno affrontando una situazione ai limiti del collasso. Non intendiamo attribuire colpe specifiche all’ attuale Presidente, visto che i problemi del servizio idrico durano da molti anni, ma non possiamo più sopportare che i nostri cittadini subiscano questi pesanti disagi. Con i sindaci delle grandi città e mi auguro anche con l’ Anci terremo martedì mattina a Catanzaro una conferenza stampa su questa drammatica emergenza che rischia di ricadere solo sui Comuni, quando questi sono responsabili solo delle reti interne. Ho già ottenuto una disponibilità da parte del sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto. Nelle prossime ore sentirò anche gli altri colleghi. C’ è bisogno di un investimento straordinario della Regione per mettere Sorical in condizione di ammodernare e mettere in sicurezza le principali condotte al servizio delle città. Abbiamo desiderio di collaborare con Regione e Sorical, ma se le risposte tarderanno ad arrivare non escludiamo clamorose forme di protesta o azioni giudiziarie, compresa una richiesta di risarcimento danni nei confronti di Regione e Sorical. In questo senso, apprezzo la posizione del Codacons che, al netto di qualche velata polemica, ha giustamente individuato le principali responsabilità. Per quanto riguarda il Comune di Catanzaro, ho già dato da tempo incarico ai nostri uffici legali di predisporre gli atti per richiedere il risarcimento dei danni a Regione e Sorical. Era stato assunto un impegno formale, peraltro verbalizzato in Prefettura, dall’ assessore Musmanno per una messa in sicurezza della condotta di Alli. Sono passati anni senza che ciò avvenisse. Spero che le risposte arrivino prima dell’ avvio formale del procedimento, ma se ciò non dovesse avvenire chiederò al Codacons di starci al fianco. Resta evidente che l’ eventuale risarcimento danni che otterremo lo utilizzeremo per indennizzare i nostri cittadini dei disagi subiti.”

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox