15 Giugno 2013

CRISI: CODACONS, 55% ITALIANI NON ANDRA’ IN VACANZA

CRISI: CODACONS, 55% ITALIANI NON ANDRA’ IN VACANZA   

(ANSA) – ROMA, 15 GIU – La crisi economica farà sentire i suoi effetti anche sulle vacanze estive degli italiani. Lo afferma il Codacons, che come ogni anno diffonde i dati ufficiali emersi da un apposito studio sulle villeggiature dei cittadini. Allo stato attuale – spiega il Codacons – il 55% degli italiani non andrà in vacanza nei mesi estivi; ciò significa che circa 33 milioni di cittadini rinunceranno a trascorrere giorni di villeggiatura in Italia o all’estero. Rispetto agli anni passati cresce di circa 6 milioni il numero di italiani che, a causa delle difficoltà economiche, non potrà permettersi una vacanza e rimarrà a casa. La maggior parte delle famiglie che decideranno di partire trascorrerà fuori casa un periodo compreso tra i 7 e i 10 giorni (circa il 50% del totale), mentre il 35% opterà per una vacanza di 14/15 giorni. Solo il 15% di chi parte trascorrerà più di 15 giorni fuori casa. Tuttavia – fa notare il Codacons – risultano evidenti i tagli al budget che le famiglie potranno dedicare alle vacanze estive: chi parte spenderà quest’anno mediamente 97 euro al giorno, contro i 104 del 2012, con una riduzione di spesa procapite pari al 7,2%. Tale cifra comprende i costi di trasporto (auto, treno o aereo), i soggiorni presso le strutture turistiche, le spese per l’alimentazione, per i servizi balneari (stabilimenti o altro), per svago e intrattenimento, ecc. In testa alle preferenze degli italiani vi sono le località di mare, scelte dal 65% delle famiglie: se in Italia spiccano tra le mete preferite l’Emilia Romagna, la Sicilia e la Toscana, per l’estero è la Spagna a risultare la meta più ambita per le vacanze, seguita da Grecia e Croazia. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox