30 Settembre 2020

Covid, Elton John a Capri senza mascherina: Codacons denuncia la star

 

Rienzi: “La legge prevede una multa fino a 1000 euro, le regole valgono per tutti, anche per i vip”
di PASQUALE RAICALDO A Capri per una vacanza autunnale con la famiglia. Che ore, però, potrebbe costargli cara. Perché il celebre cantautore britannico Elton John sarà denunciato dal Codacons al Prefetto di Napoli, al Comune di Capri e alla Regione Campania per il mancato uso della mascherina.
Galeotte alcune foto circolate nelle sue prime ore sull’isola azzurra, dove è approdato ieri sera a bordo di un lussuoso yacht insieme al marito, il regista e produttore cinematografico canadese David Furnish, e ai loro figli Elijah e Zachary.

E in alcuni degli scatti, realizzati in particolare attorno ai tavolini all’aperto del Grand Hotel Quisisana, Elton John non ha la mascherina. “Com’è noto, sia le ordinanze comunali, sia la più recente disposizione n. 72 della Regione Campania impongono su tutto il territorio regionale e fino al prossimo 4 ottobre l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto – denuncia così il Codacons – Tuttavia sono apparse in queste ore delle immagini che ritraggono Elton John a passeggio per Capri sprovvisto di mascherina, foto che sembrano dimostrare la violazione delle norme vigenti da parte del cantante”.

Nessuno sconto alla popstar, ci mancherebbe. Perché, aggiunge il presidente dell’associazione che tutela gli interessi dei consumatori, “le regole valgono per tutti, e così come i cittadini campani sono obbligati ad indossare la mascherina all’aperto, lo stesso vale per vip e personaggi famosi. Per tale motivo – aggiunge – presentiamo una istanza al Prefetto di Napoli, al comune di Capri e al presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, affinché elevino nei confronti di Elton John la sanzione amministrativa prevista dalla legge, che va da 400 a 1000 euro”.

“Non ci risulta che il cantante abbia passeggiato per l’isola senza mascherina. – sottolinea il sindaco Marino Lembo – Qui a Capri siamo attenti al rispetto delle norme, che in alcuni casi hanno anticipato quelle nazionali e regionali. Ora cercheremo di capire cosa è successo, ma non accetteremo eventuali strumentalizzazioni, fermo restando che le ordinanze vanno rispettate da tutti”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox