17 Luglio 2020

COVID: CODACONS QUERELERA’ IL SENATORE DE BERTOLDI (FdI)

     

    HA DIFFUSO INFORMAZIONI FALSE SULL’ASSOCIAZIONE SMENTITE DAI DOCUMENTI PUBBLICATI SUL WEB

    MA FINALMENTE MINISTRO PATUANELLI SI ATTIVA SU RACCOLTE FONDI E SARA’ POSSIBILE VERIFICARE CORRETTEZZA DELL’OPERATO DI SITI COME GOFUNDME

    Il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea De Bertoldi, verrà querelato dal Codacons per aver diffuso informazioni false e diffamatorie sull’associazione.
    Il parlamentare infatti ha affermato oggi che il Codacons avrebbe avviato una raccolta fondi durante l’emergenza coronavirus per sostenere la sanità italiana, dirottando poi i soldi per finanziare se stessa, e accusa l’associazione di aver ingannato gli utenti e diffuso messaggi suscettibili di generare confusione ed errore nei cittadini, sostenendo inoltre che il ministero dello Sviluppo economico Patuanelli monitorerà le raccolte fondi avviate per il coronavirus.
    Peccato che le accuse di De Bertoldi siano state già ampiamente smentite, documenti alla mano, da quanto pubblicato sul sito Codacons, in cui si spiegava in modo chiaro, trasparente ed esaustivo che la raccolta fondi in tema di coronavirus era finalizzata a sostenere le azioni legali dell’associazione durante l’emergenza sanitaria, azioni che hanno portato a centinaia di denunce, esposti, diffide a tutela degli utenti e che hanno permesso l’apertura di inchieste penali e delle autorità indipendenti come l’Antitrust. Non solo. Il Codacons ha pubblicato sul proprio sito l’elenco delle attività legali intraprese durante l’emergenza, che il senatore De Bertoldi avrebbe potuto leggere ed evitarsi la querela che ora lo investirà come un macigno se non rettificherà entro oggi le sue dichiarazioni.
    Esprimiamo in ogni caso soddisfazione per la decisione del Ministro Patuanelli di avviare un monitoraggio sulle raccolte fondi in tema di coronavirus – afferma ancora il Codacons – Sarà così possibile verificare la correttezza di quei siti come Gofundme che applicavano commissioni del 10% sulle donazioni sanzionate dall’Antitrust proprio grazie all’esposto del Codacons, e di altre piattaforme che invitavano gli utenti a donare senza alcuna garanzia sulla reale destinazione dei fondi, questioni molto gravi su cui il senatore Andrea De Bertoldi, per motivi che dovrà ora dettagliatamente spiegare, non ha mai presentato alcuna interrogazione.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox