27 Dicembre 2020

COVID: CODACONS CRITICA IL CORRIERE DELLA SERA PER LIBRO DI BURIONI SU VACCINI

 

TESTATA DIFFIDATA AD INFORMARE SUL NUMERO DI DOMANI CIRCA I POSSIBILI CONFLITTI DI INTERESSE DEL VIROLOGO CHE HA BREVETTATO FARMACI PROPRIO SUL TEMA TRATTATO

LEGGE OBBLIGA SCIENZIATI A DICHIARARE SEMPRE SPONSORIZZAZIONI E INTERESSI ECONOMICI PERSONALI

L’iniziativa del Corriere della Sera di allegare domani al giornale il libro di Roberto Burioni sui vaccini non piace al Codacons, che presenta oggi una formale diffida alla testata.
E’ semplicemente assurdo che una testata importante come il Corriere della sera si affidi, per una collana scientifica e di divulgazione su vaccinazioni e sanità, ad un soggetto finito al centro dello scandalo per i suoi presunti – e pesanti – conflitti di interesse – spiega il Codacons – Ricordiamo infatti al Corriere che Roberto Burioni è stato denunciato all’Anac ed è stato oggetto di una inchiesta giornalistica de Le Iene per i suoi brevetti di anticorpi monoclonali contro vari tipi di virus influenzali, e per i suoi rapporti poco chiari con aziende farmaceutiche.
Medici e scienziati – ricorda il Codacons – hanno l’obbligo di dichiarare conflitti di interessi e sponsorizzazioni, sulla base dell’art. 6 bis legge 241/90.
Per tale motivo l’associazione diffida il Corriere della sera a pubblicare sull’edizione del giornale di domani tutti i presunti conflitti di interesse in capo a Roberto Burioni, affinché i lettori siano adeguatamente informati sulla questione.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this