6 Marzo 2021

COVID: CIRCOLARE VIMINALE, MAGGIORI CONTROLLI SULLA MOVIDA

     

    CODACONS: NON BASTA. SERV NUMERO CHIUSO IN STRADE, PIAZZE E LITORALI A E CONTROLLI CONTRO PARTY CLANDESTINI

    Non basta per il Codacons l’incremento dei controlli delle zone della movida e servono misure più stringenti nei comuni contro gli assembramenti di cittadini. Lo afferma l’associazione dei consumatori, commentando la nuova circolare del Viminale inviata in seguito all’entrata in vigore del nuovo Dcpm.
    “Le immagini degli ultimi weekend provenienti dalle varie città italiane hanno mostrato folle di persone nelle vie dello shopping, sui litorali e nelle principali piazze e la totale incapacità delle amministrazioni, si pensi al caso della Darsena a Milano, di prevenire e contrastare assembramenti sul proprio territorio – afferma il presidente Carlo Rienzi – C’è poi il pericolosissimo fenomeno dei party clandestini nelle case private e nei locali, organizzati sui social network o tramite passaparola, che sfuggono totalmente al controllo delle forze dell’ordine”.
    “Per tale motivo chiediamo di prevedere nei weekend il numero chiuso per tutti quei luoghi che possono attirare un elevato numero di cittadini, con particolare riferimento a litorali e strade commerciali, e intensificare i controlli contro le feste private denunciando organizzatori e partecipanti per reati contro la salute pubblica” – conclude Rienzi.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox