18 Giugno 2015

COSTA CONCORDIA: FINCANTIERI ANCORA UNA VOLTA SCONFESSATA DAL TAR DI GENOVA

    COSTA CONCORDIA: FINCANTIERI ANCORA UNA VOLTA SCONFESSATA DAL TAR DI GENOVA

    NUOVA SENTENZA PIEGA LA SOCIETA’: DOVRA’ CONSEGNARE AL CODACONS I DOCUMENTI SUL COLLAUDO DELLA NAVE

    Dopo la Costa Concordia naufraga anche il grave ostruzionismo ad oltranza messo in campo da Fincantieri per nascondere la certificazione di collaudo della nave.Ora – spiega il Codacons – emergerà forse finalmente la verità: cioè  le ragioni per le quali alcuni apparati vitali della nave non hanno funzionato la notte del naufragio, concorrendo a determinare la morte di tante persone.
    Il Tar di Genova, infatti, con la sentenza n. 259/15 dello scorso mese di marzo aveva già ordinato a Fincantieri di consegnare al Codacons copia di un documento relativo al collaudo della nave che la società si era rifiutata di offrire in visione a seguito di istanza di accesso avanzata dall’associazione.
    Oggi il Tar di Genova – a causa di analoga condotta ostruzionistica tenuta da Fincantieri in relazione ad altra rilevante documentazione sempre inerente il collaudo della Concordia –  ha emesso ulteriore sentenza, la n. 357/15, con la quale ha ordinato a Fincantieri di consegnare al Codacons anche il documento in questione.
    L’associazione, esprimendo soddisfazione per la decisione del Tar, prosegue dunque nella incessante azione volta a ricercare la verità su quanto accaduto la notte del 13 gennaio 2012, affinché tutte le cause del drammatico incidente vengano alla luce e la conoscenza di esse possa evitare che in futuro analoghe tragedie possano verificarsi.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox