12 Ottobre 2012

COSTA CONCORDIA: ECCO COSA NON DICE LA PERIZIA

    COSTA CONCORDIA: ECCO COSA NON DICE LA PERIZIA

    Nel corso della conferenza stampa indetta oggi a Pisa dal Codacons e relativa al naufragio della Costa Concordia, l’associazione ha svelato cosa non dice la perizia presentata dagli esperti nominati dal gip Valeria Montesarchio:

    –    la registrazione del dato dell’ecoscandaglio al momento dell’impatto e negli istanti precedenti segna 105 m;
    –    Se la scatola nera avesse funzionato la registrazione avrebbe coperto almeno altre quattro ore di tempo;
    –    Anche altre porte stagne, nella zona di poppa, vengono aperte e poi chiuse dopo l’impatto, non solo B12 e B13;
    –    Le porte stagne vanno quasi immediatamente in fault (e non avrebbero dovuto), poi il loro stato registrato continua a cambiare;
    –    Le trascrizioni del video di Canale5 parlano di porte aperte alle 22:24 e di ripetuti ordini di chiuderle.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox