13 Gennaio 2022

Costa Concordia, da Codancons nuova class action per i naufraghi

Genova, 13 gen. (askanews) – Il Codacons lancia una nuova class action contro Costa Crociere rivolta ai naufraghi della Costa Concordia che rischiarono la propria vita a bordo della nave, in occasione del decennale del tragico incidente dell’Isola del Giglio.

A rendere possibile la nuova azione collettiva, una sentenza del tribunale di Genova che, riconoscendo responsabilità e colpe della società di navigazione che hanno contribuito a determinare il naufragio, oltre a quelle già accertate in capo al comandante Schettino, riapre di fatto la strada ai risarcimenti in favore dei sopravvissuti, anche per chi dopo l’incidente accettò gli indennizzi proposti da Costa Crociere firmando una rinuncia ad agire in sede legale.

“Stiamo per lanciare una nuova azione risarcitoria – spiega il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – in favore di tutti i naufraghi della Costa Concordia che hanno subito un trauma da naufragio. La giustizia italiana ha infatti accertato l’esistenza di un danno da stress post-traumatico per chi, il 13 gennaio 2012, si trovava a bordo della Concordia, stabilendo un risarcimento da 92 mila euro in favore del passeggero Ernesto Carusotti rappresentato in tribunale dal Codacons”.

“Una sentenza – sottolinea Rienzi – che spiana la strada ai risarcimenti in favore di tutti coloro che, a 10 anni di distanza dall’incidente, abbiano subito ripercussioni psicologiche e intendano far valere i propri diritti”. Proprio per illustrare la nuova azione collettiva, il Codacons ha organizzato un webinar con legali ed esperti, che si terrà lunedì 17 gennaio alle 16 e 30 e sarà aperto a tutti i naufraghi della Concordia.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox