7 Febbraio 2017

Cosenza: indagati 18 medici e funzionari della Asl

    Cosenza: indagati 18 medici e funzionari della Asl

    Ennesimo caso di furbetti del cartellino, stavolta a Cosenza, ma la modalità è sempre la stessa. Si assentavano dal lavoro per dedicarsi a tutt’altro: dalla spesa a giocare alle slot machine. C’era anche chi accompagnare i figli a scuola per poi tornare tranquillamente a casa, e chi svolgeva attività nel proprio studio privato durante l’ orario di servizio mentre ogni giorno qualcuno si occupava di strisciare i cartellini. Il tutto documentato in oltre 6 mila ore di filmati e 200 servizi di osservazione. 725 gli episodi di assenteismo per i quali 18 medici e dipendenti degli uffici di Rogliano dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza. Quattro di loro sono stati sospesi mentre per gli altri 14 è scattato l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.  

    Le indagini sono partite dopo numerose segnalazioni che lamentavano il comportamento di alcuni dipendenti dell’ Asl provinciale che, anzichè trovarsi sul posto di lavoro, venivano visti sistematicamente in giro per le vie della città.

    Secondo il Codacons se saranno accertati gli illeciti contestati, i dipendenti dovranno non solo essere licenziati in tronco, ma l’amministrazione dovrà avviare nei loro confronti azione di recupero degli stipendi pagati negli ultimi anni.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox