21 Ottobre 2021

Corsa all’acquisto della nuova tivù digitale

Da ieri alcuni canali televisivi si sono “spenti”. Se le vostre televisioni improvvisamente hanno smesso di trasmettere Rai 4, Tgcom24, Rai Sport HD o tutti i palinsesti dedicati ai più piccoli su Rai Yoyo o Rai Gulp, non è un problema di segnale. Lo schermo nero indica che la vostra televisione non è in grado di supportare il nuovo standard di trasmissione deciso dall’Unione Europea. Le alternative sono due: cambiare la tv oppure comprare un nuovo decoder.

È in atto, infatti, il processo che porterà tutti i canali televisivi ad essere trasmessi in un nuovo formato ad alta definizione. Tutti i paesi europei dovranno adattarsi e in Umbria questa transizione verso il nuovo digitale terrestre terminerà il 30 giugno 2022. Ma attenzione. Fino a quel momento gli altri canali dell’offerta televisiva non subiranno “migrazioni”, semmai qualche abbassamento di qualità. C’è tutto il tempo, per chi ha comprato il televisore più di tre anni fa, per prendere le adeguate misure e mettersi al passo con la tecnologia.

“Se ho un televisore del 2000 – sottolinea Francesca Lanfiuti presidente regionale del Codacons – potrò ricevere tutti i canali comprando un decoder, non c’è bisogno necessariamente di cambiare la televisione. Certo è evidente che l’apparecchio deve avere la possibilità di collegare un decoder”. Le vecchie televisioni con il tubo catodico potrebbero andare definitivamente in soffitta, a meno che non si compri un digitale terrestre compatibile.

In Umbria, però, sembra che gli appassionati del vintage siano ben pochi e che moltissime famiglie si siano già precipitate in negozio per acquistare le nuove televisioni “intelligenti”.

Lo storico rivenditore di apparecchi elettronici di Perugia “Scorzoni” è uno dei 26 rivenditori segnalati per la regione dal Ministero dello Sviluppo Economico come negozio “preparato alla transizione“. Attivo in città fin dal 1966 ha visto tantissime generazioni di televisori e ha assistito i clienti già nella prima transazione dal digitale terrestre all’analogico terminata nel 2012 e lo farà anche per la seconda. “Le famiglie stanno provvedendo al cambio tv già da un mesetto – dice il titolare dell’attività – Preferiscono comprare smart tv, tv molto grandi da 50 – 55 pollici, e preferiscono quelle che hanno la compatibilità con il sistema android”.

Anche la sede “Unieuro“ di Perugia Olmo, conferma il grande entusiasmo degli umbri. “Già da tempo le famiglie stanno venendo ad acquistare le nuove televisioni – dice il capo area – L’affluenza è incredibile. Ad attirare i clienti sono sicuramente i bonus concessi dal governo che fanno ottenere uno sconto del 20% sul totale della televisione, fino ad un massimo di 100 euro. Perfino le persone più anziane, per paura di perdere i loro canali preferiti, stanno venendo ad acquistare una nuova tv”.

Arianna Papalia

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox