24 Ottobre 2020

Coronavirus. «Pronto soccorso presi d’ assalto, pazienti parcheggiati lì»

a lanciare l’ allarme sulla situazione negli ospedali è il presidente della società medicina di emergenza urgenza (simeu): assistiamo tutti, ma mancano medici e infermieri
La situazione nei pronto soccorso “è drammatica, con fortissime criticità in tutte le Regioni”. “Sono presi d’ assalto da pazienti con sintomi da Covid e ci sono file di ambulanze in attesa”. Lo afferma all’ Ansa il presidente della Società italiana di medicina di emergenza urgenza (Simeu) Salvatore Manca . I reparti Covid, racconta, “sono pieni e i pronto soccorso stanno diventando dei parcheggi per questi pazienti anche per 3-5 giorni”. E aggiunge: “Stiamo assistendo tutti ma mancano medici e infermieri . Non ce la facciamo più a reggere” Lancia un allarme anche Andrea Crisanti, responsabile di Microbiologia a Padova : “In 5 mesi non abbiamo costruito una rete di sorveglianza degna di questo nome” e “i test rapidi hanno dei problemi giganteschi”. Sulla difficile situazione negli ospedali in questi giorni, il Codacons , il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ ambiente e dei diritti degli utenti, presenterà oggi un esposto a 104 Procure della Repubblica di tutta Italia, in cui si chiede di indagare sull’ operato dello Stato, dei presidenti delle Regioni e degli assessori regionali alla Sanità per le possibili fattispecie di abuso e omissioni di atti d’ ufficio, e per concorso in epidemia. “Quanto sta avvenendo in questi giorni è assurdo e inaccettabile e dimostra la totale impreparazione dello Stato e delle Regioni nell’ affrontare l’ emergenza coronavirus”, denuncia il Codacons. © Riproduzione riservat

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox