16 Aprile 2020

Coronavirus in Lombardia: i pm di Brescia aprono nove fascicoli e a Pavia la prefetta chiede l’ elenco dei morti nelle Rsa

i pm ipotizzano i reati di epidemia colposa e omicidio colposo. al momento a carico di ignoti
Sono nove i procedimenti aperti dalla procura di Brescia per morti per sospetto coronavirus. Sei procedimenti derivano da esposti del Codacons, uno riguarda una residenza sanitaria assistenziale, gli altri due derivano da esposti presentati da persone che hanno perso il loro congiunti. Le ipotesi di reato, per ora a carico di ignoti, sono di epidemia colposa e omicidio colposo. L’ iscrizione, da quanto si è saputo, è stata decisa ieri dopo una riunione in videoconferenza tra il procuratore aggiunto Carlo Nocerino e i suoi colleghi. La provincia di Brescia è tra le più colpite dalla diffusione del Codiv-19. Coronavirus in Lombardia, la prefettura di Pavia chiede l’ elenco dei morti nelle Rsa A Pavia la prefetta Rosalba Scialla, che si è insediata da pochi giorni, ha chiesto a Mara Azzi, direttrice dell’ Ats (ovvero l’ ex Asl), una relazione dettagliata sulla situazione delle case di riposo in provincia di Pavia in relazione all’ epidemia di coronavirus. La notizia è riportata oggi sul quotidiano “La Provincia pavese”. Il prefetto, in particolare, chiede ad Ats notizie precise sul numero dei morti e sui decessi per i quali è stata accertata la positività delle vittime al Covid-19; inoltre attende dati precisi anche sul numero dei contagiati sia tra gli sopiti che tra il personale delle Rsa. “Vorrei tutte le informazioni possibili – spiega il prefetto – per farmi un’ idea precisa sulla situazione. Poi, eventualmente, ne parlerò con i vertici delle forze dell’ ordine”. Nei giorni scorsi la Cgil Funzione pubblica di Pavia aveva diffuso un dossier dal quale emerge che sono stati 341 i morti in 29 case di riposo pavesi nel periodo compreso tra il 20 febbraio e il 10 aprile. Il sindacato ha chiesto ad Ats e Regione Lombardia di fare chiarezza su questi decessi, stabilendo quanti siano collegabili all’ emergenza coronavirus.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox