16 Agosto 2020

Coronavirus, il Governo verso la chiusura delle discoteche: ‘Rispettare il Dpcm’

i dati quotidiani dei contagi in continua crescita spingono verso lo stop alle attività in sale da ballo, discoteche e locali assimilati da beatrice raso 16 agosto 2020 14:03 a cura di beatrice raso 16 agosto 2020 14:03
Le Regioni dovranno adeguarsi al Dpcm del 7 agosto scorso che recita: “restano s ospese le attivita’ che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’ aperto o al chiuso “. Questa – a quanto si apprende – la posizione che sara’ sostenuta dagli esponenti dell’ Esecutivo alla riunione delle 16 con le Regioni. In particolare, il ministro della Salute, Roberto Speranza, potrebbe presentare un provvedimento che vieta esplicitamente alle Regioni di derogare al Dpcm. Anche il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, nei giorni scorsi aveva ipotizzato la ” chiusura dopo Ferragosto in tutte le Regioni” . Ed i dati quotidiani dei contagi in continua crescita spingono verso lo stop al ballo. Codacons denuncia governo e Regioni per concorso in epidemia Sulla mancata chiusura delle discoteche in questo periodo in cui si stanno moltiplicando i contagi da Covid-19 tra i giovani il Codacons presentera’ domani una formale denuncia contro il governo italiano e i presidenti delle Regioni per concorso in epidemia colposa e attentato alla salute pubblica . Lo si apprende dalla relativa nota. ” Chiudere ora le discoteche quando tra luglio e agosto sono state organizzate centinaia di serate in tutta Italia vuol dire chiudere la stalla quando i buoi sono gia’ scappati: le immagini che ci regalano i social e i mass media sono quelle di piste da ballo sovraffollate, dove i giovani ballano attaccati uno all’ altro senza mascherine e senza il rispetto delle distanze minime”, ha commentato il presidente Carlo Rienzi, parlando di “una vergogna nazionale e un r ischio immenso per la salute pubblica , causato da un lato dal governo che non ha adottato misure preventive, dall’ altro dalle Regioni che hanno ceduto alla lobby dei gestori dei locali mettendo i loro interessi prima di quelli dei cittadini “. Per tale motivo, prosegue la nota, il Codacons depositera’ domani alle Procure della Repubblica di tutto il territorio un esposto in cui si chiede di aprire indagini nei confronti del governo e dei presidenti delle Regioni per le possibili fattispecie di concorso in epidemia colposa e delitti colposi contro la salute pubblica.
da beatrice raso

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox