28 Marzo 2020

CORONAVIRUS: CODACONS CHIEDE A RAI PROVVEDIMENTI CONTRO SALVO SOTTILE E DENUNCIA CONDUTTORE PER ABUSO D’UFFICIO

 

SOTTILE AVALLA LE FOLLI ACCUSE DI FEDEZ E CONFERMA DISCRIMINAZIONE DI “MI MANDA RAITRE” AI DANNI DEL CODACONS

Nella bufera mediatica scatenata da Fedez contro il Codacons finisce anche il conduttore di “Mi Manda Raitre”, Salvo Sottile, che dal suo profilo Twitter ha avallato le folli accuse del rapper contro l’associazione dei consumatori, ma nel farlo ha commesso un clamoroso autogol.
Salvo Sottile, nella foga di attaccare ieri il Codacons, ha preso le difese di Fedez senza dare spazio alle replica fornita dall’associazione al rapper, e ha ricordato come il Codacons non sia mai invitato a “Mi manda Raitre”; un vero e proprio autogol perché di fatto conferma le discriminazioni compiute dalla sua trasmissione ai danni dell’associazione, e le violazioni delle regole del pluralismo cui la Rai deve attenersi.
Ora Salvo Sottile è stato denunciato in Procura per abuso d’ufficio, e nei suoi confronti è partita una istanza al CdA Rai e alla Commissione di vigilanza perché siano adottati i provvedimenti del caso.
Ai vertici Rai l’associazione chiede infine di dare spazio, all’interno di Mi Manda Raitre, alle tante azioni legali avviate nelle ultime settimane dal Codacons in tema di coronavirus, e di poter partecipare alla puntata di lunedì (durante la quale Salvo Sottile parlerà del Codacons, come da lui stesso anticipato su Twitter) anche perché l’assenza dell’associazione violerebbe le più basilari norme sull’informazione e costituirebbe uso privato del servizio pubblico in violazione dell’art 323 codice penale.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this