16 Marzo 2020

Coronavirus, Codacons al Governo: ‘Vietare il gioco nelle tabaccherie’

 

Il Codacons, dopo i ‘casi’ di Bergamo e Pontedera, chiede al Governo di vietare il gioco nelle tabaccherie di tutta Italia per evitare la diffusione del Coronavirus.

“Il Governo vieti la vendita di biglietti ‘gratta & vinci’ in tutta Italia, come misura di contenimento dei contagi e per evitare pericolosi affollamenti davanti ai tabaccai”.

A chiederlo è il Codacons, dopo la decisione dei Comuni di Bergamo e Pontedera (Pi) di sospendere tutti i tipi di gioco con vincite in denaro nelle tabaccherie, e soprattutto dopo la direttiva della Agenzia delle dogane e dei monopoli del 12 marzo 2020 indirizzata a tutti i concessionari del gioco pubblico, alle rivendite dei generi di monopoli (tabacchi) nella quale si richiede il blocco delle slot machines e agli esercenti la disattivazione di monitor e televisori al fine di impedire la permanenza degli avventori all’interno dei locali.

Direttiva a cui sarebbe già dovuto seguire il blocco di ogni forma di gioco.
“Chiediamo al Governo di inserire nel prossimo decreto una misura che vieti la vendita di gratta & vinci presso le tabaccherie e in qualsiasi altro esercizio rimasto aperto”, spiega il presidente del Codacons, Carlo Rienzi. “In tutta Italia numerosi anziani e soggetti con forme di dipendenza da gioco continuano a recarsi presso i tabaccai proprio per acquistare tagliandi dei ‘gratta & vinci’, creando file davanti agli esercizi ed alimentando la possibilità di contagi. Per tale motivo è necessario vietare con apposito decreto la vendita di biglietti, così da limitare i rischi sanitari per la collettività”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox