20 Marzo 2016

Contravvenzioni pagate con bonifico bancario parte il ricorso al Tar

Contravvenzioni pagate con bonifico bancario parte il ricorso al Tar

• Multe pagate con il bonifico bancario, Codacons ed Adusbef ricorrono al Tar contro l’ amministra zione comunale. Come già annunciato, le associazioni dei consumatori hanno intrapreso le vie legali per contestare il pagamento delle sanzioni in forma ridotta del 30 per cento – se effettuato entro cinque giorni dalla notifica del verbale – che, però, essendo stato effettuato con bonifico bancario, dunque accreditato in tempi successivi, non è stato ritenuto valido ai fini dell’ agevolazione. Dopo che il caso arrivò agli onori delle cronache, il consiglio comunale, con la delibera 102 del 14 dicembre scorso, decise di revocare le lettere pre -ruolo per i verbali dei pagamenti effettuati, entro il quinto ed il sessantesimo giorno dalla contestazione o notifica, tramite bonifico bancario ed accreditati oltre i termini. La revoca, però, ha riguardato solo le lettere pre -ruolo antecedenti il 1° febbraio 2015. Contestualmente ha stabilito di rimborsare le somme eventualmente già versate a seguito del ricevimento delle lettere pre -ruolo; e di procedere alle revoche -rimborsi previa acquisizione in originale dell’ attestazione dell’ istituto di credito dell’ avvenuta disposizione -ordine di pagamento entro il quinto ed il sessantesimo giorno. I responsabili di Codacons ed Adusbef hanno ritenuto la delibera 102 non rispettosa dei diritti dei cittadini, nella forma e nel merito, presentando ricorso ai giudici del Tribunale amministrativo regionale, il 26 febbraio scorso. «E’ questione di principio – ribadisce l’ avvocato Piero Mongelli, del Codacons – Devono vedersi tutelare i cittadini che hanno rispettato i termini di legge». Una presa di posizione alla quale la Giunta municipale ritiene opportuno resistere, in difesa di quanto adottato dal Comune. [e.t.]

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox