7 Febbraio 2002

Conto corrente e condizioni contrattuali

Conto corrente e condizioni contrattuali

«Vanno indicati tasso e ogni altro prezzo»



A che cosa bisogna fare attenzione quando si firma un contratto di conto corrente? Cosa deve essere indicato circa le condizioni economiche?

(Risponde il dottor Salvatore Avveduto – commercialista – Sportello bancario del Codacons)

«Con l`entrata in vigore della legge sulla trasparenza n. 154 del 1992 prima e successivamente del Testo unico bancario, vi è stata una svolta decisiva circa il contenuto dei contratti bancari. Nel caso specifico del conto corrente, prima del 1992, molti istituti di credito prevedevano che le condizioni economiche (tra le quali il tasso di interesse debitore) fossero ancorate a clausole che rinviavano ai cosiddetti “usi piazza“. Dopo varie pronunce dei tribunali di merito e della Corte di Cassazione, che hanno sancito in ipotesi di indeterminatezza delle condizioni contrattuali la nullità di dette clausole il legislatore italiano, adeguandosi alla legislazione comunitaria, ha previsto che nel contratto di conto corrente dovessero essere determinati alcuni elementi essenziali talvolta approvati anche con clausola specifica per iscritto.
L`articolo 117 del Testo unico bancario n. 385/93 prevede che i contratti di conto corrente devono indicare il tasso di interesse e ogni altro prezzo e condizioni praticate, inclusi gli eventuali oneri in caso di mora; inoltre deve essere approvata per espresso la clausola che prevede la possibilità, da parte della banca, di variare in senso sfavorevole il tasso di interesse e ogni altro prezzo e condizione. Successivamente la delibera del Cicr (Comitato interministeriale credito e risparmio) del 9/2/2000 ha previsto che nel contratto di conto corrente devono essere stabiliti ulteriori elementi: i tassi e la periodicità di addebito degli interessi creditori e debitori; in ogni singolo contratto deve essere stabilita la stessa periodicità nel conteggio degli interessi creditori e debitori; la produzione di interessi (senza capitalizzazione) una volta che il conto sia stato chiuso; l`approvazione specifica per iscritto delle clausole relative alla capitalizzazione trimestrale degli interessi; l`indicazione su base annua del tasso di interesse rapportato su base annua, che tenga conto degli effetti della capitalizzazione nei contratti con capitalizzazione infrannuale».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox