22 Novembre 2014

Continua la battaglia contro la superTia

Continua la battaglia contro la superTia

TRIBUTI Sono cominciati ad arrivare i solleciti di pagamento per la Tia straordinaria 2011. Come si ricorderà la delibera era stata sospesa dal Tar del Lazio, rendendola illegittima, ma nei mesi scorsi il Consiglio di Stato aveva giudicato incompetente il Tribunale Amministrativo Regionale facendo così perdere tutte le tutele a chi non aveva pagato. Le associazioni a difesa dei consumatori (Codacons e Sportello Consumatori) oltre all’ Ascom (per utenze commerciali e partite Iva) non si sono arrese e sono passate al contrattacco, depositando i ricorsi in Commissione Tributaria. Il Codacons ha annunciato in conferenza stampa, attraverso la presidente regionale Sabrina De Paolis (foto), «di aver predisposto un’ istanza di prelievo da presentare al Tar per proseguire il ricorso contro la tassa straordinaria». Una strada già intrapresa, nelle scorse settimane, dall’ Ascom, e per la quale aveva fatto da apripista lo Sportello dei Consumatori con la raccolta firme, che altro non era che la partecipazione cittadina all’ istanza collettiva di annullamento in autotutela, che ora dà appunto tempo ai cittadini di ricorrere in Commissione Tributaria entro i prossimi 10 anni: questo è possibile perché il Comune non ha risposto. Lo Sportello Consumatori – nella newsletter inviata a tutti coloro che hanno fatto istanza (ma lo scrive anche nell’ homepage del suo sito internet) oltre a far notare che il M5S aveva intrapreso una battaglia contro la Tia 2011 e ora ne pretende il pagamento, si interroga sul perché con 3mila firma non è stato possibile bloccare la Tia straordinaria mentre altrettante sono risultate sufficienti per spingere Civitavecchia fuori dall’ Area Metropolitana di Roma Capitale e verso Viterbo. Intanto, però, il M5S ha fatto invece chiarezza sul “canone comunale” che ha portato ad un incremento di 20 euro sulle bollette del gas. Dal Pincio è stato chiarito che l’ aumento è stato determinato da una delibera di Giunta dell’ ottobre 2012 (con Tidei sindaco). Al Codacons, che chiedeva all’ amministrazione un cambio di rotta, il Comune ha risposto che con questo si aiuteranno le fasce deboli di utenti per il pagamento delle bollette del gas. C.Imp. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox