8 Luglio 2006

Consumatori Per il Codacons è solo l`inizio

Milano Plauso al provvedimento sulla competitività del ministro Bersani, ma è bene evidenziare che si tratta solo di un passo. È quanto afferma il Codacons in una nota in cui dice “Bravo!“ al ministro alle Attività Produttive, ma dove al contempo avanza altre proposte “per migliorare il decreto“. Fra queste l`abolizione del canone Telecom, l`eliminazione del pagamento di interessi in caso di rateizzazioni per le bollette di gas ed elettricità, benzina venduta anche nei centri commerciali e multe per chi non espone i prezzi del carburante compreso nelle autostrade, stop all`aumento automatico dei pedaggi autostradali. Peraltro, in relazione ai provvedimenti al via, il Codacons avanza ulteriori richieste: nei supermercati oltre alla vendita dei farmaci da banco siano venduti anche tutti quelli per cui non è prevista la prescrizione, la class action sia valida solo se accompagnata anche dal riconoscimento del danno punitivo, via non solo le spese notarili ma anche le tasse sui passaggi di proprietà delle auto. Ma la battaglia, sottolinea il Codacons, è “solo all`inizio. Ora si tratta, infatti, di non arretrare rispetto alle posizioni assunte, cedendo alle pressioni delle varie lobbies, dai taxisti ai farmacisti, per non parlare degli avvocati, che contano ben 110 rappresentanti in Parlamento“. Quindi, il “decreto Bersani è un passo importante al quale però ne devono seguire altri, e cedere ora significa interrompere un processo indispensabile per aiutare i consumatori ad arrivare alla fine del mese“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox