16 Dicembre 2008

CONSUMATORI: meno regali, cenone più caro previsioni

 roma.  La fotografia del Natale di crisi scattata da Intesaconsumatori (che riunisce Federconsumatori Codacons, Adoc e Adusbef) mostra che, nonostante il calo dell’inflazione dovuto alla frenata dei costi energetici e delle materie prime, «le famiglie italiane si trovano nell’impossibilità di spendere, con un danno per il commercio e per l’economia italiana», ha spiegato in una conferenza stampa Rosario Trefiletti di Federconsumatori, definendo il 2008 «l’anno horribilis» per l’erosione del potere d’acquisto. «L’inflazione è in discesa – ha aggiunto Trefiletti – ma resta il fatto che quest’anno i cittadini hanno avuto una batosta per l’impennata di prezzi, tariffe e mutui, che li ha spinti a tagliare i consumi». Così per i regali natalizi gli italiani spenderanno il 13,5% in meno e i settori più colpiti, secondo l’indagine previsionale dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, sono abbigliamento e calzature (-20%); arredamento ed elettrodomestici (-10%); profumeria (-10%); elettronica (-5%) e cartolibreria (-5%). Terranno testa invece i settori tradizionali delle festività natalizie come quello alimentare (+0,6%) e dei giocattoli (+0,4%). Il cenone natalizio costerà il 4,4% in più.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox