3 Luglio 2002

Consumatori all?attacco diffidano l?Istat

Consumatori all?attacco diffidano l?Istat verso il boicottaggio dei prodotti rincarati




CONSUMATORI sul piede di guerra contro gli euro-rincari. In vista dello sciopero degli acquisti indetto dall?Adoc con Adusbef, Codacons e Federconsumatori per venerdì prossimo (acquisti vietati per un giorno, 24 ore senza mettere mano al portafoglio, niente spesa, niente cappuccino, gelato o cinema) è partita ieri una diffida all`Istat che, a loro giudizio, diffonde notizie non veritiere in particolare sul livello di inflazione e l`impatto sui prezzi al consumo dovuto all`introduzione dell`euro. Secondo i loro calcoli, tra changeover e aumenti occulti la mazzata per le famiglie italiane sarà compresa tra i 620 e i 750 euro in più di spesa l`anno per famiglia. Ma non è tutto. In futuro le associazioni dei consumatori potrebbero anche decidere di ricorrere al boicottaggio di quei prodotti che hanno subito i maggiori rincari approfittando dell`introduzione della moneta unica. Ma il sottosegretario Vito Tanzi, e i rappresentanti degli esercenti (Confesercenti e Confcommercio) negano che ci sia stata un`impennata dell`inflazione riferendosi proprio al dato dell`Istat. Secondo la Confcommercio «non c`è stato nessun aumento perchè da novembre 2001 a marzo 2002 c`è stato l`accordo di blocco dei prezzi». Anche Tanzi rigetta poi le critiche all`Istat: «È un`istituzione molto seria», dice il sottosegretario.
Queste rassicurazioni però non convincono i consumatori. Sotto accusa sono soprattutto gli aumenti delle Rc auto. Tant?è che l`Adusbef ha chiesto al nuovo presidente dell`Isvap Giannini di censurare le promesse del presidente dell`Ania Desiata bloccando «gli aumenti ingiustificati».
L?Adoc ha stilato un elenco degli aumenti riscontrati a luglio. Per il canone Telecom vi è stato un incremento di 0,94 centesimi al mese per un totale di 17 milioni 390 euro (su base annua aumento di 204 milioni di euro). L` intero importo del canone, comprensivo di questi ultimi aumenti, costa agli italiani, 268 milioni di Euro al mese e 3.216 milioni l` anno.
Per la luce l`aumento è del 3,3%. Una famiglia media consuma circa 300 kilowattora al mese per un incremento mensile, con il nuovo aumento, di 90 centesimi e un aumento annuo di 10,80 euro. Su base annua è pari a 216 milioni di euro.
Per il gas rincaro del 2,1% pari a 0,007 euro per metro cubo. Per l?RC AUTO un incremento medio del 15% che si concretizza in una penalizzazione molto forte per i neopatentati ed i residenti in zone a rischio (Napoli, Palermo, Bari, ecc). Una Rca media di 350 euro comporta un aumento di 52,5 euro. Sul totale di 32 milioni di assicurati (tra auto, moto e motorini), si arriva a un maggior onere annuo complessivo dall` incredibile cifra di 1 miliardo e 680 milioni di euro.

    Aree Tematiche:
  • EURO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox