5 Novembre 2014

CONSULTA: CODACONS PRESENTA RICORSO ALLA CORTE DI STRASBURGO

    CONSULTA: CODACONS PRESENTA RICORSO ALLA CORTE DI STRASBURGO

    MANCATE NOMINE VIOLANO I PRINCIPI DI IMPARZIALITA’ FISSATI DALL’UE

    Il Codacons ha presentato oggi un ricorso alla Corte Europea dei diritti dell’uomo in merito alla situazione di stallo in cui si trova attualmente la Corte Costituzionale, a causa della mancata nomina dei componenti da parte del Parlamento. Alla base del ricorso dell’associazione, la grave irregolarità istituzionale insita nel ritardo nell’individuazione dei componenti di nomina parlamentare, che impedisce alla Corte di operare in quell’equilibrio fra le sue diverse componenti voluto dall’art. 135 della Costituzione, e che mina l’imparzialità della Corte stessa.
    L’articolo 6 della Convenzione Europea per la Salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle Libertà Fondamentali dispone che ogni persona ha diritto a che la sua causa sia esaminata equamente, da un tribunale indipendente e imparziale, costituito per legge – scrive il Codacons nel ricorso – Sempre con riferimento all’articolo 6 della Convenzione, la “non costituzionale” formazione del collegio giudicante costituisce anche violazione del principio della separazione dei poteri. Ciò poiché se la Corte Costituzionale prevede che ad annullare le leggi sia un organo formato anche dagli esponenti di nomina parlamentare, l’assenza dei componenti che il Parlamento nomina in seduta comune elimina il sindacato del potere politico in questioni di assoluta rilevanza. Ciò costituisce senza dubbi un grave vulnus al principio della separazione dei poteri. Sempre la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha sottolineato che per accertare se un organo possa essere considerato indipendente si debba tenere conto delle modalità di nomina e della durata del mandato dei membri (Corte EDU, 28/06/1984, n. 80)”.
    Sulla base di tali principi, il Codacons ha chiesto alla Corte di Strasburgo di dichiarare la violazione di tutti quei principi e delle norme sanciti dagli articoli della Convenzione dei Diritti dell’Uomo ed in particolare gli artt. 6 e 13 e 14 della Convenzione Europea per la Salvaguardia dei Diritti dell’Uomo e delle Libertà Fondamentali.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox