31 Dicembre 2012

CONCORSO AGENZIA DELLE ENTRATE: TUTTO DA RIFARE!!

CONCORSO AGENZIA DELLE ENTRATE: TUTTO DA RIFARE!!

IL TAR ACCOGLIE LA RICHIESTA DI SOSPENSIVA DEL CODACONS

Il concorso indetto dall’Agenzia delle Entrate per l’assunzione di 855 funzionari, tenutosi lo scorso 8 giugno, è da rifare. Lo ha deciso la II sezione del Tar Lazio (Pres. Tosti, Rel. Toschei), accogliendo la richiesta di sospensiva presentata dal Codacons.

L’associazione aveva infatti depositato un ricorso al Tribunale amministrativo, chiedendo di annullare il concorso dell’Agenzia, caratterizzato nelle varie sedi d’esame da gravissime irregolarità, denunciate dagli stessi candidati. In particolare il Codacons ha dimostrato al Tar come le prove non fossero iniziate allo stesso orario nelle varie sedi territoriali, con conseguente fuga di notizie su internet e la possibilità, per moltissimi candidati, di collegarsi al web o utilizzare il telefono cellulare per conoscere in anticipo le domande dei quiz.

Alla luce di tale decisione tutti coloro che non hanno superato il concorso dell’8 giugno possono ora inserirsi nel ricorso del Codacons (con un nuovo ricorso al tar o al presidente della repubblica o un atto di intervento adesivo autonomo nel ricorso già pendente) e chiedere la rinnovazione delle prove secondo criteri di legalità e correttezza che garantisca il rispetto dell’art. 97 della Costituzione. Chi dunque non ha superato la prova preselettiva può fare ricorso , per essere certo che la eventuale ripetizione delle prove sia estesa anche a se stesso, compilando il form in calce alla presente per ricevere la modulistica necessaria .

Compila il form presente al link

e riceverai via mail la modulistica per partecipare al ricorso.

Ovviamente gli interessati possono proporre ricorso con un avvocato qualsiasi di loro scelta e anche intervenire nel ricorso del CODACONS con un loro legale di fiducia.

* chi invece ha superato le prove preselettive illegittime in caso poi di loro annullamento con la sentenza di merito del TAR prevista per il 20 marzo, hanno diritto a vedersi restituire le spese sostenute per partecipare alle prove svoltesi in modo illegittimo senza loro colpa ma per esclusiva colpa della pubblica amministrazione e in particolare della agenzia delle entrate . Costoro potranno agire attraverso l’associazione per chiedere i danni all’Agenzia delle Entrate manifestando il loro interesse inviando una mail a info@termilcons.com . Ovviamente solo in caso di annullamento delle prove chi si segnalerà sarà contattato per l’azione risarcitoria


ATTENZIONE: IL TERMINE ULTIMO PER L’INVIO DELLA DOCUMENTAZIONE E’ IL 25 GENNAIO 2013

 

Questa azione è scaduta,
non è più possibile aderire

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox