12 Giugno 2020

CONCORSO 1.350 ALLIEVI AGENTI DELLA POLIZIA DI STATO: PARTECIPA ANCHE TU!

    Come molti di voi già sapranno, è stato da poco pubblicato il bando per il concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di 1.350 Allievi Agenti della Polizia di Stato riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno o quadriennale ovvero in rafferma annuale in servizio o in congedo.

    Tra i requisiti per la partecipazione al concorso è stato previsto il famigerato limite di età di 26 anni, elevabile, come previsto dalla legge, fino ad un massimo di tre anni per i militari. 

    Questo significa in poche parole che sono esclusi dalla procedura tutti coloro che, alla data del 15 giugno 2020, abbiano già compiuto 26 anni di età.

    Ebbene, il TAR del Lazio, anche di recente, ha avuto modo di pronunciarsi sulla legittimità di una simile clausola, escludendola in quanto ingiusta ed irragionevole, nonché incostituzionale perché gravemente discriminatoria. 

    Pertanto il Codacons, attraverso i propri legali, ritenendo una simile situazione gravissima e inaccettabile, presenterà ricorso al TAR del Lazio nell’interesse di quanti si vedono impossibilitati a partecipare alla procedura concorsuale e, dunque, definitivamente preclusa la possibilità di divenire allievi agenti della Polizia di Stato.

    A CHI È RIVOLTA L’INIZIATIVA

    – Tutti coloro che, alla data del 15 giugno 2020, abbiano già compiuto 26 anni di età;

    – Tutti coloro che compiono 30 anni dopo il 15 giugno 2020.

    PER ADERIRE

    Per aderire clicca qui.

    Troverai info su costi e modalità per finalizzare l’iscrizione nella modulistica che riceverai subito dopo aver compilato il form.

     

    ATTENZIONE: In base a quanto sancito da costante giurisprudenza (per tutte si veda Consiglio di Stato, Sentenza n. 8014 del 25/11/2019, NON È NECESSARIO INOLTRARE LA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO ENTRO LA DATA DI SCADENZA INDICATA NEL BANDO, IN QUANTO SI È IN PRESENZA DI CLAUSOLA IMMEDIATAMENTE ESCLUDENTE: in tali ipotesi infatti la presentazione della domanda di partecipazione costituirebbe un inutile adempimento formale, privo della benché minima utilità in funzione giustiziale.

        Previous Next
        Close
        Test Caption
        Test Description goes like this
        WordPress Lightbox