24 Settembre 2013

CONCORDIA:PERITO CONDACONS,TIMONIERE NON PARLAVA LINGUA UFFICIALE

CONCORDIA:PERITO CONDACONS,TIMONIERE NON PARLAVA LINGUA UFFICIALE

(AGI) – Grosseto, 24 set. – Sulla nave Costa Condordia la lingua ufficiale era l’italiano, ma non tutto il personale di bordo era in grado di comprenderla e di parlarla fluentemente. La circostanza e’ descritta nella perizia commissionata dal Codacons ad un gruppo di ricercatori dell’universita’ di Pisa, che hanno depositato uno studio su tutti gli aspetti tecnici della vicenda Concordia. “Questa cosa, cioe’ che sulla nave si sarebbe dovuto parlare italiano, la dicono i periti – spiega all’Agi il professore Bruno Neri – nella loro relazione. E’ un dato di fatto che, ad esempio, il timoniere Jacob Rusli Bin sia indonesiano e non parlasse italiano. Per questo il comandante Schettino gli ha dovuto parlare in inglese, ma nessuno sa il grado di conoscenza di questa lingua. Di certo e’ che Bin sbaglia l’applicazione degli ordini tre volte in pochi minuti. Dal racconto dei presenti si capisce che a bordo c’era una babele”. (AGI) Dpg

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox