3 Gennaio 2006

Concerto di Capodanno, il Codacons contro La Fenice

Per un brano soppresso Concerto di Capodanno, il Codacons contro La Fenice

Venezia. Carlo Rienzi, presidente dell`associazione Codacons, plaude all`iniziativa del concerto di Capodanno al Teatro La Fenice, a Venezia, trasmesso domenica con successo da Raiuno (4.922.000 telespettatori, pari al 31.24\% di share), ma solleva critiche al fatto che è stato tolto dal programma un brano di Vincenzo Bellini. “All`ultimo minuto infatti – sottolinea una nota del Codacons – quando già tutti gli spettatori erano seduti al proprio posto, gli organizzatori hanno fatto sapere che “I Capuleti e Montecchi“ di Bellini, parte del programma del concerto, sarebbe stato soppresso. Evidente come l`eliminazione di una parte del concerto abbia danneggiato gli spettatori del Teatro, i quali hanno pagato un biglietto che va dai 30 ai 300 euro“. “Adesso – ha affermato Rienzi, che era in sala – gli organizzatori devono rimborsare agli spettatori parte del biglietto pagato. In caso contrario i cittadini in possesso del biglietto per il concerto di Capodanno potranno presentare richiesta di indennizzo dinanzi al giudice di pace di Venezia“.Da parte sua, la Fenice fa sapere che quando sono stati posti in vendita i biglietti era solo stato annunciato l`evento del concerto di Capodanno e il nome del direttore d`orchestra e che il programma musicale è stato definito nelle settimane successive. Come previsto poi dalle stesse clausole di vendita “il programma può subire delle variazioni; una cosa che può accadere in tutti i teatri del mondo“. Il teatro veneziano, infine, sottolinea il largo successo di pubblico ottenuto dal concerto: “Il pubblico – ha reso noto la direzione – è stato felice di quello che si è fatto“. Dura controreplica del Codacons, che ribatte giudicando “gravissima la risposta fornita alle giuste proteste dell`associazione“. Secondo l`organizzazione, infatti, “i biglietti sono stati venduti fino alla mattina dell`1 gennaio e il programma era pubblicamente affisso da giorni in tutta Venezia e comprendeva anche l`esecuzione dell`opera di Bellini; è vero che i programmi possono subire “variazioni“, ma non “soppressioni“ di una parte dello stesso“. “Comunque – conclude Rienzi – visto l`atteggiamento de La Fenice, a decidere sarà la magistratura, cui gli acquirenti dei biglietti faranno ricorso“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox