23 Febbraio 2015

Con «scusa Roma» la raccolta fondi degli olandesi per la Barcaccia

Con «scusa Roma» la raccolta fondi degli olandesi per la Barcaccia

• Ha toccato in 48 ore quasi quota tremila euro la raccolta fondi per la Barcaccia lanciata sul web dall’ editore del sito Dolcevia.com che promuove il turismo olandese in Italia. L’ obiettivo dell’ iniziativa, che si chiama «ScusaRoma», è raccogliere 100mila euro per riparare i danni provocati dagli ultras del Feyenoord nella Capi talee in particolare quelli arrecati alla fontana del Bernini. Ieri, all’ attività di foundraising, promossa sulla pagina web ht t p : / / w w w . g o f u n d me.com/ScusaRoma, hanno partecipato 146 utenti. Una bella iniziativa che riscatta certamente il senso civico perso, da tutti gli olandesi, nelle immagini devastanti di giovedì scorso. Non basta però a placare le polemiche e soprattutto la responsabilità, anche politica, dell’ accaduto e di chi dunque dovrà pagare i danni. Il Codacons intanto ha presentato un esposto alla Procura di Roma in cui l’ associazio trimonio storico e artistico e del paesaggio della nazione (artt. 9 e 117 della Costituzione). Nell’ atto-si legge nella nota dell’ associazione – il Coda cons chiama in causa direttamente l’ Olanda, chiedendo ai magistrati di citare per responsabilità civile lo Stato olandese in relazione ai danni provocati dai cittadini di tale paese in uno stato estero. Sul sito dell’ associazione, inoltre, «sarà pubblicato il modulo attraverso il quale i cittadini roma ni, evidentemente lesi dalla devastazione messa in atto dai tifosi del Feyenoord e dagli atti di vandalismo sulla Barcaccia di Piazza di Spagna, potranno costituirsi parte offesa nel procedimento aperto dalla magistratura e chiedere ai teppisti responsabili e all’ Olanda mille euro ciascuno di risarcimento, in merito al danno inferto alla città e ad un’ opera artistica che è patrimonio culturale e artistico della capitale e dei suoi abitanti». Red. Cro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this