29 Aprile 2012

Con Italo prende il via la concorrenza su rotaia

Con Italo prende il via la concorrenza su rotaia

ROMA È partito alle 7 di ieri mattina da Napoli il primo Italo, il treno che d’ ora in poi farà concorrenza al Frecciarossa di Trenitalia sull’ alta velocità. Con Italo, la creatura di Ntv, società privata presieduta da Luca Cordero di Montezemolo, «cade uno degli ultimi bastioni del controllo dello Stato in Europa», scriveva ieri il Financial Times. In 180 sono saliti a Roma Tiburtina, dove il treno, diretto a Milano, ha fatto tappa. Tra di loro anche l’ amministratore delegato di Ntv, Giuseppe Sciarrone: «Qui sono molti – ha detto – e a Milano il treno è tutto pieno». Tuttavia, l’ associazione di consumatori Codacons ha denunciato due disservizi: wi-fi non funzionante e impossibilità per i passeggeri di accedere dalle carrozze “Smart” a quelle di livello superiore. «Questa è stata una giornata importante per noi e credo anche per il Paese perché, per la prima volta in Europa, i viaggiatori hanno avuto la possibilità di scegliere», ha dichiarato Sciarrone. «Siamo soddisfatti della risposta dei numerosi viaggiatori – ha aggiunto – che hanno utilizzato le prime corse e dell’ entusiasmo suscitato dalla novità di Italo. È stata una giornata importante per il collaudo cui è stata sottoposta la nostra organizzazione complessiva». Il Codacons, che attraverso i suoi «ispettori», ha preso parte al primo viaggio del treno, ha denunciato: «Il collegamento wi-fi non era funzionante, circostanza che ha suscitato le proteste di molti passeggeri, impossibilitati a collegarsi a internet», ha spiegato il presidente dell’ associazione Carlo Rienzi. Ma la caratteristica che più si è tirata dietro le critiche del Codacons è che chi viaggia nelle carrozze “Smart” non ha diritto di accedere ai livelli superiori. «Dalla classe Smart abbiamo provato a visitare gli altri ambienti del treno al fine di testare il comfort e i servizi offerti dai livelli più costosi, ma un addetto ci ha sbarrato la strada – ha sottolineato Rienzi – spiegandoci che chi viaggia in classe economica non può accedere alle carrozze riservate ai possessori di biglietti Prima e Club, e che avremmo potuto osservarle dall’ esterno attraverso i finestrini. Ci sembra una discriminazione assurda e ingiusta, che potrebbe avere addirittura ripercussioni sul fronte della sicurezza». Il Codacons, replicando alle smentite di Ntv in merito alla propria denuncia, ha quindi annunciato un esposto domani alla Procura. «Siamo pronti a dimostrare in qualunque sede la veridicità della nostra denuncia», ha concluso Rienzi. An.Mari. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox