3 Marzo 2010

Comune e Codacons chiedono di installare pannelli antirumore lungo i binari

«Notti insonni vicino alla stazione»

Torna alla ribalta per i disservizi la stazione ferroviaria di Marina di Cerveteri. A dissotterrare l’ ascia di guerra è stata l’ amministrazione comunale che, insieme al Codacons, ha avviato una iniziativa popolare che rilancia la necessità di potenziare lo scalo della frazione balneare, afflitto da problematiche croniche. Nel mirino dei promotori della raccolta di firme c’ è soprattutto l’ annosa questione dell’ inquinamento acustico causato a Cerenova e Campo di Mare dal passaggio dei treni. «La petizione – dice il sindaco Gino Ciogli – chiede alle Ferrovie dello stato di eliminare il rumore costante a tutte le ore del giorno e della notte che impedisce di dormire tranquilli ai residenti degli stabili che costeggiano la linea ferrata. Chiediamo alle Fs di installare i pannelli fonoassorbenti lungo il perimetro dei binari, così come è stato realizzato a Roma sia nella zona della stazione Termini». «Oltre alla raccolta di firme – prosegue il sindaco – busseremo alla porta di Trenitalia anche per evidenziare il mancato abbattimento delle barriere architettoniche nel sottopassaggio. I portatori di handicap o le donne con i passeggini trovano enormi difficoltà a salire i gradini del sottopasso che oltretutto si allaga anche nelle giornate di maltempo. E non dimentichiamo che sui binari mancano le pensiline, con il risultato che i pendolari si buscano pioggia in inverno e solleone in estate mentre aspettano l’ arrivo dei convogli. E’ ora che le Fs si ricordino che esiste anche la stazione di Cerenova». RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this