28 Giugno 2013

Compravendita senatori. De Gregorio chiede di patteggiare

Compravendita senatori. De Gregorio chiede di patteggiare

L’ex senatore Sergio De Gregorio ha chiesto di patteggiare la pena nel corso dell’udienza preliminare per la vicenda della compravendita dei senatori. De Gregorio, assistito dall’avv. Carlo Fabbozzo, ha concordato con la Procura un anno e otto mesi di reclusione, con pena sospesa.
Il gup Amelia Primavera ha accolto la richiesta di costituzione di parte civile, nel procedimento per la presunta compravendita dei senatori, dell’Italia dei Valori e del Codacons. Il gup ha, invece, respinto l’analoga richiesta avanzata dal leader dell’Idv, Antonio Di Pietro.
Il giudice si pronuncera’ nella prossima udienza del 19 luglio sul patteggiamento della pena di un anno e 8 mesi concordata tra l’imputato Sergio De Gregorio e la Procura. L’ex senatore ed il suo avvocato, Carlo Fabbozzo, si sono allontanti da poco dal palazzo di giustizia mentre l’udienza preliminare prosegue con gli interventi delle parti.
Si e’ conclusa, dopo circa quattro ore, l’udienza preliminare. La prossima udienza si terra’ il 19 luglio. In quella occasione, il Gup Amelia Primavera, si pronuncera’ sulle richieste avanzate dai legali della difesa, i quali ritengono che la competenza territoriale sia del Tribunale di Roma e che sia dichiarato il “non luogo a procedere” in base alla norma costituzionale sull’insindacabilita’ del voto dei parlamentari. Il riferimento al passaggio dell’ex senatore Sergio De Gregorio allo schieramento di Centrodestra.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this