25 Febbraio 2011

COMMERCIO: ISTAT, VENDITE 2010 QUASI FERME SOLO LO 0,2% DI INCREMENTO

(AGENPARL) – Roma, 24 feb – Secondo i dati resi noti oggi dall’Istat, le vendite al dettaglio nella media dell’intero 2010 sono rimaste al palo, salendo solo dello 0,2% rispetto al 2009. Per il Codacons è ancora più preoccupante il calo gli alimentari, scesi dello 0,3%. In pratica gli italiani sono costretti a fare la dieta e a mangiare sempre meno. In particolare è significativo il calo delle vendite degli ipermercati (-0,3%) e lo spostamento verso i discount (+1,3%), ossia verso prodotti non di marca. Un cambio delle abitudini degli italiani che hanno deciso di abbandonare i brand leader della produzione alimentare italiana, che hanno fatto da traino all’economia, per passare a prodotti più economici. Per l’associazione è evidente che se si riducono i consumi di beni necessari a domanda rigida, non si può pensare ad un rilancio dell’economia e ad una ripresa della produzione industriale. Per questo il Governo avrebbe dovuto capire che la chiave di volta per uscire dal tunnel era il sostegno della capacità di spesa delle famiglie italiane. Invece ha continuato a disperdere, anche ora con il decreto milleproroghe, le poche risorse disponibili in interventi a pioggia scarsamente finanziati e, quindi, inutili per uscire dal tunnel della crisi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this