fbpx
7 Giugno 2019

Colosseo il Campidoglio parte civile

Il Comune di Roma si è formalmente costituito come parte offesa nell’ inchiesta aperta dalla procura capitolina sulla sponsorizzazione dei lavori di restauro del Colosseo sulla quale oggi deciderà il gip. I pm, dopo un esposto del Codacons, avevano aperto un fascicolo sulla procedura che ha portato alla stipula del contratto di sponsorizzazione con Tod’s per il restauro dell’ anfiteatro Flavio ipotizzando i reati di truffa e turbata libertà degli incanti. Il 19 gennaio il pm Laura Condemi aveva chiesto l’ archiviazione alla quale si è opposta l’ associazione dei consumatori. Oggi tocca al giudice, ma Virginia Raggi, a sorpresa, ha presentato formale costituzione di parte offesa nel procedimento, « dovendosi ritenere lesi – si legge nel testo depositato – la sua immagine (di Roma Capitale, ndr) pregiudicata sotto il profilo dell’ affidamento che i privati pongono nel normale andamento e nell’ efficienza della funzione pubblica, beni giuridici dei quali Roma è titolare giuridicamente, e che legittimano anch’ essi la presente costituzione di parte offesa ». L’ iniziativa ha ricevuto il plauso del Codacons: « Finalmente – ha detto il presidente Carlo Rienzi – il Campidoglio si rende conto dei danni all’ immagine che potrebbero scaturire da eventuali illeciti nella procedura di assegnazione dei lavori». © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox