fbpx
5 Maggio 2018

Code in ospedale per i farmaci l’ Usl 4: «Un caso eccezionale»

SAN DONÀ Code alla farmacia dell’ ospedale, protestano gli utenti. La consegna dei farmaci è stata giovedì, nel giorno in cui si sono sommati anche gli utenti dell’ altro giorno di consegna, martedì, che però era giorno di festa. Proteste per circa 2 ore di attesa, mentre un anziano si è sentito male, fortunatamente non gravemente.Il sindacato di categoria chiede ora che i farmaci, tra cui i salvavita, consegnati in ospedale, possano essere autorizzati anche direttamente nelle farmacie. «Dover aspettare ore in coda per ricevere un farmaco salvavita è una situazione da terzo mondo», dice il presidente di Codacons Veneto Franco Conte, «soprattutto se a doverlo fare sono persone seriamente malate a cui spetterebbero di diritto tutte le facilitazioni possibili in tema sanitario. Ciò che lascia interdetti è che la soluzione a tali disagi è a portata di mano e si chiama Distribuzione per Conto, un servizio attivo per anni nelle farmacie del territorio con ottimi risultati, che poi è stato inspiegabilmente sospeso da parte delle Asl». La situazione di disagio è stata segnalata da alcuni pazienti dell’ ospedale di San Donà, ma l’ azienda ha parlato di una giornata particolare seguita alla giornata di festa del I Maggio. «I farmaci», spiegano all’ Usl 4, «vengono consegnati nelle giornate di martedì e di giovedì. Martedì era festa, di conseguenza si sono sommati i pazienti e così è cresciuta l’ attesa, ma si è trattato di un’ eccezione. Un signore si è sentito male ed è montata la protesta, anche se fortunatamente non era in condizioni gravi ed è andato via camminando senza conseguenze». I risultati positivi ottenuti con la Distribuzione per Conto erano emersi dal convegno “La società debole nel territorio” tenutosi lo scorso anno a Mogliano.(g.ca.)

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox