27 Agosto 2013

Code all’ ufficio ticket dell’ Asp il Codacons scrive alla Procura

Code all’ ufficio ticket dell’ Asp il Codacons scrive alla Procura

Il Codacons ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Palermo, per chiedere di verificare eventuali profili di responsabilità penale relativi alle lunghe code, denunciate da “Repubblica”, con attese di ore, per ottenere dall’ Asp di Palermo la certificazione per l’ esenzione del ticket e fruire dei servizi di anagrafe comprendenti anche la scelta o il cambio del medico di famiglia. Secondo Paolo Di Stefano, presidente provinciale del Codacons, gli utenti “per avere la certezza di essere ricevuti sono costretti a presentarsi sin dalle prime ore del mattino e mettersi a turno. Moltissimi sono quelli costretti a tornarsene a casa senza aver risolto la pratica. Una situazione insostenibile -conclude Di Stefano- che merita un approfondimento giudiziario con una indagine della magistratura per la verifica del corretto comportamento dei vertici dell’ Asp”. Il Codacons ha chiesto inoltre un intervento dell’ assessore regionale alla Salute, Lucia Borsellino. Il commissario dell’ Asp Antonino Candela ha dato un ultimatum al responsabile della struttura Salvatore Sammarco: ventiquattrore di tempo per reperire gli impiegati da mettere agli sportellie ridurre code e disagi.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox