25 Settembre 2017

Codancons mobilita i soci per la costituzione di parte civile

di PAOLO MORELLI IL 22 GENNAIO, giorno in cui è stato fissato l’ inizio del processo ai vertici della ‘vecchia’ Cassa di Risparmio di Cesena è ancora relativamente lontano, ma questa dovrebbe essere la settimana in cui si definisce nei particolari il passaggio della Carisp a Cariparma – Crédit Agricole. INTANTO le associazioni dei consumatori che rappresentano parte dei 13.200 soci azionisti affilano le armi per cercare di ottenere un risarcimento per le perdite subite a causa della drastica riduzione del valore delle azioni (da 15-20 euro a 50 centesimi, o forse anche meno). L’ ASSOCIAZIONE Codacons ha organizzato una riunione per questa sera alle 19 nel salone del Palazzo del Ridotto per raccogliere nuove adesioni alla costituzione di parte civile, ma soprattutto perché fino a ora tutti gli associati che si sono costituiti parte civile contri i 13 imputati solo per il reato di false comunicazioni sociali, trascurando l’ imputazione di ostacolo alla vigilanza degli organi di controllo. Poiché questa seconda accusa è quella che prevede la prescrizione più lunga, ora il Codacons deve correre ai ripari facendo firmare una nuova costituzione di parte civile anche per questo reato. L’ avvocato Bruno Barbieri, presidente regionale di Codacons, precisa che la sottoscrizione della nuova procura per la costituzione di parte civile non avrà alcun costo, e invita a inviare una richiesta di risarcimento per interrompere la prescrizione alla Cassa di Risparmio di Cesena e alla società che ne certifica i bilanci, PricewaterhousCoopers.
paolo morelli

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox