31 maggio 2017

Codacons,’schiscetta’ da casa solo con sciopero mense scuole

(ANSA) – ROMA, 31 MAG – Anche se di solito è vietato, oggi gli studenti milanesi hanno potuto portarsi da casa la ‘schiscetta’, ovvero il pranzo. E’ quanto rileva l’Associazione a tutela dei consumatori Codacons, sottolineando che, in base a quella che definisce “un’assurdità burocratica della pubblica amministrazione”, “solo in presenza di uno sciopero, gli studenti possono portarsi il pranzo da casa”, esercitando in queste occasioni quello che è invece un “diritto sancito dal Tribunale di Torino. “Il diritto di tutti i bambini di potersi portare il cibo da casa – afferma il Codacons – è una delle battaglie che l’Associazione ha portato avanti per anni, mettendo al primo posto la salute dei bambini che frequentano le mense scolastiche. Non esiste alcuna normativa né alcuna direttiva regionale, nazionale od europea che faccia divieto della possibilità di consumare, all’interno degli edifici scolastici, pasti portati da casa”.

I giudice torinesi, “rigettando il reclamo presentato dal Ministero dell’Istruzione contro l’ordinanza che estendeva la facoltà di consumare il pranzo fatto dai genitori nei refettori comunali – ribadisce l’associazione dei consumatori – hanno sancito il diritto di scelta di per tutti i bambini di poter mangiare liberamente il pranzo portato da casa, assieme agli altri studenti”.

“Nonostante tale sentenza, nessuna iniziativa è stata intrapresa da Milano Ristorazione in tale lasso di tempo – conclude il Codacons – ed i bambini continuano a poter portare il cibo da casa solamente in caso di sciopero”.